Bonus Caldaia – Detrazione Fiscale e Sconto in Fattura

5/5
bonus caldaie
Bonus Caldaia – Detrazione Fiscale e Sconto in Fattura

Il bonus caldaia è un’agevolazione fiscale introdotta dal Governo per incentivare la sostituzione delle vecchie caldaie con modelli più efficienti dal punto di vista energetico. La detrazione per l’acquisto e l’installazione di una caldaia a condensazione è del 50% ma si può accedere a percentuali maggiori di sconto e detrazioni; inoltre l’agevolazione può essere richiesta sotto forma di sconto in fattura o di detrazione fiscale sulla dichiarazione dei redditi. Questo bonus è un’opportunità per gli utenti di migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione, contribuendo al risparmio energetico e alla lotta ai cambiamenti climatici. Quindi se si presenta l’eventualità di cambiare caldaia si possono accedere a diverse tipologie di detrazioni previste: ecco la guida completa per il Bonus Caldaie.

Quando scade bonus caldaie?

Molti si chiedono quando scade il bonus del 65% sulle caldaie? Posto che l’Ecobonus al 65% non l’unica possibilità di accedere alle detrazioni per acquisto caldaia, il Bonus Caldaia è stato prorogato anche fino al dicembre 2023: la legge di bilancio (30 dicembre 2021, n. 234) ha confermato la possibilità di accedere alle detrazioni fino al 2024.

Come funziona il Bonus Caldaia: di cosa si tratta

Il bonus caldaia è un’agevolazione fiscale che l’Italia ha introdotto per incentivare i proprietari di unità immobiliari a sostituire le vecchie caldaie con sistemi più efficienti dal punto di vista energetico. Il bonus caldaia 2023, che si estenderà fino a dicembre, permetterà a chi installa una nuova caldaia a condensazione di fruire di una detrazione fiscale sulla spesa sostenuta. Parlimo di un’agevolazione fiscale che permette, in caso di sostituzione di una vecchia caldaia, di ottenere incentivi per installare una caldaia a condensazione.

detrazione caldaie
Detrazione caldaie

Questa detrazione per la sostituzione di una vecchia caldaia con un modellopuò essere richiesta sotto forma di sconto in fattura o cessione del credito, con un limite massimo del 90%. La caldaia a condensazione dovrà essere almeno di classe energetica superiore a quella della vecchia caldaia, e deve essere dotata di sistemi di termoregolazione evoluti. Questa iniziativa si inserisce nel quadro di una più ampia riqualificazione energetica delle unità immobiliari, che comprende anche la ristrutturazione dei sistemi di climatizzazione invernale. Le agevolazioni fiscali non si limitano solo al bonus caldaia 2023, ma includono anche il superbonus 110% per la riqualificazione energetica e l’installazione di pompe di calore, entrambi soggetti ai dettami dell’organo competente, l’Agenzia delle Entrate.

Il bonus caldaia offre opportunità fiscali ai proprietari di abitazioni che scelgono di installare una nuova caldaia più efficiente, per un maggiore risparmio energetico. La detrazione fiscale varia percentilmente in base alla tipologia di intervento effettuato, come spiegato di seguito:

  • Detrazione del 50% delle spese per l’installazione impianti dotati di caldaie a condensazione che abbia efficienza media stagionale di almeno classe energetica A;
  • Detrazione del 65% delle spese se si sostituisce la caldaia con un modello in classe A o superiore e si installano anche strumenti avanzati di termoregolazione;
  • Detrazione del 90% delle spese per l’abitazione unifamiliare con un quoziente familiare reddituale inferiore a 15.000 euro. Questa è la possibilità di accedere al Superbonus

A chi spetta il Bonus Caldaia?

detrazioni caldaia
Detrazioni CaldaiaAgevolazioni fiscali caldaie

Chi ha diritto alla detrazione fiscale per sostituzione caldaia? Il bonus caldaia può essere richiesto da proprietari di immobili o da altri soggetti che hanno un diritto reale sull’immobile, come inquilini, per le spese relative alla sostituzione della vecchia caldaia con una più efficiente. Sono comprese le spese di smontaggio e montaggio, ma è necessario comunicare all’ENEA l’avvenuta sostituzione per poter accedere alle agevolazioni fiscali. 

Per richiedere gli incentivi caldaia, è necessario che i lavori soddisfino determinati requisiti e che le spese siano documentate con pagamenti tracciabili. Questo significa che sono accettabili pagamenti tramite carte di credito, bancomat o bonifici bancari, ma non è possibile utilizzare il contante, poiché non tracciabile.

Chi ha diritto al bonus caldaia?

  • proprietari o nudi proprietari
  • titolari di un diritto di godimento reale come abitazione, superficie, uso o usufrutto
  • locatari, affittuari o comodatari

I requisiti per ottenere le detrazioni

acquisto caldaia detrazione
Acquisto caldaia detrazione

Per richiedere il Bonus Caldaia sono necessari i seguenti requisiti:

  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione con efficienza energetica almeno classe A;
  • Sostituzione di impianti con caldaie a condensazione e installazione di sistemi di termoregolazione evoluti di classe V, VI o VIII;
  • Sostituzione di impianti con generatori d’aria calda a condensazione;
  • Immobile accatastato o in corso di accatastamento;
  • Impianto di riscaldamento da sostituire presente;
  • Tributi relativi all’immobile saldati.

Inoltre per richiedere il bonus fiscale caldaia, l’immobile interessato deve essere registrato presso l’ufficio catastale o essere in fase di registrazione. L’impianto di riscaldamento che deve essere sostituito deve essere presente, anche se non necessariamente in uso. Inoltre, tutte le tasse relative all’immobile devono essere state pagate.

Altro quesito spesso posto il relazione alla detrazione caldaia è In quale bonus rientra la sostituzione della caldaia? Illustriamo le modalità disponibili accedere alle detrazioni per acquisto caldaia:

Bonus Ristrutturazioni 50%

Il Bonus Ristrutturazioni (o bonus casa) prevede una detrazione fiscale del 50%. E’ possibile usufruirne anche per l’acquisto di una caldaia di classe A, senza il sistema di termoregolazione evoluto. Inoltre, può essere abbinato al Bonus Mobili per l’acquisto di mobili durante una ristrutturazione. Il limite massimo di spesa ammissibile è di 96.000 euro, ripartiti in 10 anni.

Ecobonus 65%

sostituzione caldaia ecobonus
Sostituzione caldaia ecobonus

Il Bonus Ecobonus prevede una detrazione fiscale del 65% per l’acquisto e l’installazione di una caldaia a condensazione di classe energetica A, a patto che sia installato anche un sistema di termoregolazione evoluto di classe V, VI o VII. Questi sistemi sono: un termostato d’ambiente modulante (appartenenti alle classi V), una centralina di termoregolazione con sensori ambientali (classe VI), o una centralina di controllo ambientale con più sensori (classe VIII).

Conto termico

Il Conto Termico permette di beneficrivere una detrazione fiscale del 65% per sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti a pompa di calore, installazione di impianti solari termici per produzione di acqua calda sanitaria o sostituzione di scaldacqua elettrici con impianti a pompa di calore. Il desconto viene erogato sul conto corrente entro due mesi dall’accettazione della richiesta, con un’unica soluzione per importi inferiori a 5.000 euro e pagamenti dilazionati per cifre superiori. La detrazione non può essere descritta tramite sconto immediato in fattura o cessione del credito.

Superbonus al 90%

Il superbonus del 90% (ex superbonus al 110, ora rimodulato) è disponibile solo per i lavori di riqualificazione energetica che comportino l’aumento di almeno due classi energetiche dell’immobile e che siano effettuati sulla base di un progetto certificato da un progettista. La sostituzione della caldaia deve essere con un modello a condensazione di classe A. La richiesta del superbonus richiede diversi documenti (più di 30) e non può essere ottenuto solo attraverso la sostituzione della caldaia.

detrazione sostituzione caldaia
Detrazione sostituzione caldaiaIncentivi caldaia

Documenti necessari per la Detrazione IRPEF

Che documenti servono per avere il bonus caldaia? Come indicato dall’ Agenzia delle Entrate per ottenere le detrazioni fiscali occorre:

  • Comunicare a ENEA la data di fine lavori, la spesa sostenuta e le caratteristiche dell’impianto.
  • Aver in possesso del certificato di asseverazione rilasciato da un ingegnere o geometra.
  • Aver la certificazione dei produttori relativa a caldaie e valvole termostatiche.
  • Aver le fatture di tutte le spese sostenute.
  • Aver le ricevute dei bonifici con causale specifica del bonus a cui si accede, il codice fiscale di chi effettua il pagamento, e la partita IVA della ditta che ha eseguito il pagamento.
  • Aver la ricevuta della trasmissione della documentazione a ENEA o la ricevuta della raccomandata.
  • Aver le schede tecniche e eventuale documentazione supplementare firmata dal tecnico e dal cliente.
  • Consegnare la documentazione ad un consulente fiscale o CAF per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Bonifici parlanti, fatture e modalità di compilazione

incentivi sostituzione caldaia
Incentivi sostituzione caldaia

Per ottenere i bonus fiscale caldaia è indispensabile presentare la documentazione corretta. Tra i dati richiesti ci sono quelli relativi alle operazioni di acquisto, che devono soddisfare criteri specifici a seconda della detrazione richiesta. È necessario prestare molta attenzione nella compilazione delle fatture. Le Agenzie delle Entrate esamineranno le informazioni fornite per verificarne la correttezza. Per evitare difficoltà impreviste, la precisione è fondamentale. Ecco quali i sono i dati fondamentali da inserire obbligatoriamente:

  • Tipo di opera (specificare se si tratta di manutenzione ordinaria o straordinaria, ristrutturazione, risanamento)
  • Descrizione dell’intervento effettuato
  • Dati relativi all’immobile (inclusivo di indirizzo ed estremi catastali)
  • Dati del detraente (nome, cognome, codice fiscale, indirizzo)

Inoltre, le informazioni necessarie per il bonifico parlante sono:

  • Codice fiscale dell’intestatario e codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • Partita IVA e dati relativi al beneficiario del pagamento
  • Riferimento alla normativa vigente (articolo 1, commi 344-347, Legge n. 296/2006)

Agevolazioni fiscali caldaie: Cessione del credito e Sconto in fattura

sostituzione caldaia sconto in fattura
Sostituzione caldaia sconto in fattura

Sostituzione caldaia detrazione: Esistono ulteriori opportunità per usufruire delle detrazioni fiscali, eccole:

  • Sconto in fattura: ricevi immediatamente il desconto come riduzione sul prezzo di acquisto della caldaia da parte dell’impresa venditrice, che a sua volta godrà della detrazione dilazionata;
  • Cessione del credito d’imposta: cedi il tuo diritto alle detrazioni dilazionate a terze parti (come banche, assicurazioni o intermediari) senza coinvolgere imprese e fornitori.

Nota importante per il Conto Termico: Il Conto Termico prevede solo l’accredito sul conto corrente del cittadino, come forma unica di erogazione del bonus, a differenza degli altri bonus che permettono di scegliere tra detrazione fiscale, sconto in fattura e cessione del credito.

Come usufruire del bonus caldaia?

Per richiedere il bonus caldaia 2023, è necessario presentare la seguente documentazione entro 90 giorni dalla data dell’intervento. La documentazione da richiedere deve includere:

  • Ammontare delle spese sostenute
  • Caratteristiche dell’impianto realizzato
  • Bonifici, fatture e asseverazioni

La richiesta va presentata all’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile.

Scopri Di Più – Referenze

Risorese consulenziali per approfondire l'argomento
SorgenteArgomentoLink
Agenzia delle EntrateSuperbonusSuperBonus
Agenzia delle EntrateRiqualificazione energetica - Che cos'èRiqualificazione energetica - Che cos'è
Agenzia delle EntrateRistrutturazioni edilizie - Che cos'èRistrutturazioni edilizie - Che cos'è

Riepilogo Topic:

  • detrazione sostituzione caldaia
  • detrazione acquisto caldaia
  • caldaia detrazione
  • incentivi cambio caldaia
  • detrazioni caldaia
  • ecobonus sostituzione caldaia
  • detrazione caldaie
  • bonus caldaie
  • detrazioni acquisto caldaia
  • agevolazione sostituzione caldaia

Indice: Bonus Caldaia – Detrazione Fiscale e Sconto in Fattura

Argomento Correlato A: Bonus Caldaia – Detrazione Fiscale e Sconto in Fattura

certificazione energetica
Certificazione Energetica Monterado

Certificazione Energetica Monterado: Il certificato APE consiste in una dichiarazione, rilasciata da personale qualificato, che attesta il consumo energetico.

certificazione energetica
Certificazione Energetica Pedace

Certificazione Energetica Pedace: La certificazione APE consiste in una dichiarazione, rilasciata da personale con qualifiche, in grado di attestare il consumo energetico.