indietro a glossario A - L

Glossario Bioarchitettura M - Z

M

Materiali Naturali

  • Tutti quei materiali che si possono trovare in natura ed utilizzati senza essere sottoposti a procedimenti chimici.

Massa

  • Quantità di materia che costituisce un oggetto; misura anche la sua inerzia al moto, ovvero l'opposizione dell'oggetto a cambiare velocità.
    Secondo la relazione di Einstein (E=mc/2), la massa equivale ad energia; quando scompare massa si crea energia e viceversa.

Massa termica

  • Capacità della struttura di immagazzinare calore, ha effetti sulle prestazioni termiche di un edificio.

Metano

  • Idrocarburo semplice formato da un atomo di carbonio e 4 di idrogeno, la sua formula chimica è CH4.
    Si trova in natura sotto forma di gas, è inodore, incolore ed insapore.
    Per essere distribuito nelle reti domestiche deve quindi essere "odorizzato" in modo da rendere avvertibile la presenza di gas nell'ambiente e diminuirne la pericolosità.

Monocristallino

  • Tipologia di silicio utilizzata per la realizzazione di moduli fotovoltaici ad elevata stabilità ed efficienza.

Monossido di Carbonio

  • Gas tossico, che si produce con la combustione di sostanze contenenti carbonio.
    Una corretta taratura del bruciatore può quasi eliminare questa emissione.

N

Non Rinnovabili

  • Le fonti di energia non rinnovabli (petrolio, gas naturale, carbone ed energia nucleare) sono quelle che, al contrario di quelle rinnovabili, prima o poi si esauriranno, sono anche quelle che inquinano di più danneggiando l'ambiente con le scorie o con i gas che vengono inevitabilmente prodotti. In BioArchitettura si tende ad evitarne l'uso.

Newton (N)

  • Unità di misura della forza.
    Prende il nome da Sir Isaac Newton come riconoscimento per il suo lavoro nella meccanica classica.
    Venne adottato dalla conferenza generale sui pesi e sulle misure (CGPM) nel 1960.
    Viene definita come la quantità di forza necessaria per accelerare un chilogrammo di massa di un metro al secondo quadrato.

O

Olistica

  • Termine mutuato dalla medicina naturale per indicare una pratica progettuale che si ispira al rispetto dell'uomo in senso fisico, psicologico e spirituale, oltre che al rispetto dell'armonia planetaria e delle caratteristiche del luogo in cui si costruisce (genius loci).

Olio combustibile

  • Distillati pesanti o residui della distillazione o di altre operazioni di raffineria, usati per la produzione di calore per l'industria (forni e caldaie) e per il riscaldamento domestico o per la produzione di energia (motori).
    La classificazione degli oli combustibili è basata sulla viscosità (oli fluidissimi, fluidi, semifluidi, densi) e sul contenuto in zolfo che, in Italia, per la "legge antismog" non deve essere superiore per l'olio fluido al 3%, per l'olio denso ATZ (alto tenore di zolfo) al 4%, per l'olio denso BTZ (basso tenore di zolfo) all'1%.

P

Pannelli radianti

  • Componente di impianto di riscaldamento di un edificio che lavora a bassa temperatura ed è quindi adatto all'integrazione con pannelli solari.

Passive House

  • Una casa è definita passiva (Passivhaus in tedesco passive house in inglese) quando maniene condizioni di benessere termico senza ricorrere ad impianti di riscaldamento convenzionali e con bassissimi cosumi energetici grazie a sistemi d'isolamento ed allo sfruttamento dell'energia solare.
    Per la costruzione di una casa passiva generalmente si utilizza legno.

Policristallino

  • Tipo di silicio utilizzato nella realizzazione di moduli fotovoltaici con elevata efficienza.

Ponte Termico

  • È la discontinuità di isolamento termico che si può verificare in corrispondenza degli innesti di elementi strutturali (solai e pareti verticali o pareti verticali tra loro).

Pompe di circolazione

  • Pompe elettriche per acqua, che trasportano l'acqua del riscaldamento ai corpi riscaldanti o al riscaldamento a pavimento.

Potenza

  • Energia prodotta o consumata, o lavoro compiuto nell'unità di tempo.
    Generalmente è misurata in cavalli vapore (simbolo CV), Watt (W) o multipli del Watt, come il chiloWatt (kW) pari a 1.000 Watt o il megaWatt (MW) pari a 1.000 chiloWatt.

Potenza attiva

  • Potenza, in corrente alternata, effettivamente assorbita e che viene trasformata in calore per effetto Joule o in lavoro utile nelle macchine elettriche, si misura in Watt.

Potenza reattiva

  • Potenza, in corrente alternata, che viene alternativamente assorbita e restituita dal campo magnetico (circuiti induttivi) o dal campo elettrico (circuiti capacitivi), si misura in var (voltampere reattivi).

Potenza nominale

  • Potenza massima a cui una macchina può funzionare con continuità in condizioni specificate.

Potenza nominale di un generatore elettrico

  • Massima potenza ottenibile in regime continuo.
    Essa è riportata nei dati di targa del generatore, fissati all'atto della messa in servizio o rideterminati a seguito di interventi di riqualificazione del macchinario.

Potere calorifico

  • Quantità di calore prodotta dalla combustione completa di un quantitativo unitario di combustibile, in peso o volume, in determinate condizioni di pressione e temperatura.
    A seconda dei paesi il potere calorifico viene espresso in kcal/Kg oppure in Btu/lb (libbra) e per i gas in kcal/Sm³ (standard metro cubo) oppure in Btu/cubic foot oppure joule/m³.
    Nella combustione si ha anche formazione di acqua (H2O).
    Se il calore latente di condensazione dell'acqua da vapore a liquido viene recuperato, si parla invece di potere calorifico superiore.
    Il potere calorifico è una proprietà fondamentale per la valutazione qualitativa dei combustibili.

Protocollo di Kyoto

  • È un accordo internazionale creato e ratificato nel 1997 con il quale 118 nazioni del mondo si sono impegnate a ridurre le emissioni di gas serra per rimediare ai cambiamenti climatici in atto.
    Grandi assenti furono gli Stati Uniti, i primi produttori di gas serra al mondo.
    Per raggiungere questi obiettivi si lavora su due vie:
    1. Il risparmio energetico attraverso lottimizzazione sia nella fase di produzione che negli usi finali (impianti, edifici e sistemi ad alta efficienza, nonchè educazione al consumo consapevole).
    2. Lo sviluppo delle fonti alternative d'energia invece del consumo massiccio di combustibili fossili.

Puffer

  • Serbatoio d'accumulo con diverse serpentine a cui possono essere collegati ad esempio la caldaia, un impianto solare, un termocamino, ecc.

Q

Qualità ecologica di un Edificio

  • Si basa sulla quantificazione dell' impattto ambientale dei suoi componenti in ogni loro fase di vita, dal momento dell'estrazione a quello dello smaltimento.

R

Rinnovabili

  • Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala dei tempi "umani" e, per estensione, il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future.
    Sono dunque generalmente considerate "fonti di energia rinnovabile" il sole, il vento, il mare, il calore della Terra, ovvero quelle fonti il cui utilizzo attuale non ne pregiudica la disponibilità nel futuro.

Riscaldatore d'Acqua (bollitore)

  • Apparecchio tecnico (serbatoio), che trasferisce il calore dell'acqua del riscaldamento all'acqua calda per il bagno e per la doccia (accumulatore di calore).

Risparmio energetico

  • Tecniche atte a ridurre i consumi di energia necessaria allo svolgimento delle varie attività umane.
    Il risparmio può essere ottenuto sia modificando i processi energetici in modo che diventino più efficienti, sia abbassando la richiesta di energia con interventi finalizzati al contenimento dei consumi.

Rigassificatore

  • Impianto realizzato per le operazioni di liquefazione del gas naturale, oppure di scarico, stoccaggio e rigassificazione di GNL (gas naturale liquefatto).

S

Scambiatore di calore

  • A serpentino oppure ad intercapedine.
    Nei sistemi solari è la superficie attraverso la quale avviene la cessione del calore accumulato dal fluido vettore all'acqua sanitaria (senza contatto nello scambio termico tra il liquido dell'impianto e l'acqua da riscaldare).

Serra Bioclimatica

Scambiatore di Calore

  • Apparecchio tecnico, che trasferisce il calore della combustione all'acqua del riscaldamento.
    Lo scambiatore di calore è il componente primario di una caldaia/generatore di calore e decisivo per la sua efficienza.

Silicio

  • Elemento chimico della tavola periodica che ha come simbolo Si e come numero atomico 14.
    È il secondo elemento per abbondanza nella crosta terrestre, componendone il 25,7% del peso.
    Si trova in argilla, feldspato, granito, quarzo e sabbia, principalmente in forma di biossido di silicio, silicati e alluminosilicati (composti contenenti silicio, ossigeno e metalli).
    È il componente principale di vetro, cemento, semiconduttori, ceramica e silicone.
    Nella forma cristallina, il silicio ha colore grigio e una lucidità metallica.
    Anche se è un elemento relativamente inerte, reagisce con gli alogeni e gli alcali diluiti, ma la maggior parte degli acidi (eccetto l'acido fluoridrico) non lo intaccano.
    Il silicio elementare trasmette più del 95% di tutte le lunghezze d'onda della luce infrarossa.
    Il silicio idrogenato amorfo si è mostrato promettente per la produzione di celle solari e apparati elettronici a basso costo.

Sindrome da edificio Malato (SICK BUILDING SINDROME)

  • Espressione coniata dalla ricerca scientifica che indica la sintomatologia di persone che dimorano in edifici ad azione patologica, soprattutto uffici e luoghi pubbici.
    Secondo la Environmental Protection Agency (EPA) e l'istituto per la Sicurezza e la Salute Occupazionale, è la situazione in cui gli occupanti di un edificio lamentano una serie di effetti sulla salute e/o sul comfort che sembrerebbero collegati al tempo trascorso in un edificio particolare, ma senza che sia possibile individuare una malattia o causa specifica.

Sistema aperto

  • In termodinamica sistema fisico (insieme di corpi definito) che scambia energia e materia con l'ambiente.

Sistema chiuso

  • Sistema fisico che non scambia materia, ma può scambiare energia con l'ambiente.

Sistema isolato

  • Sistema fisico che non scambia ne materia ne energia con l'ambiente.

Sistema a bassa temperatura

  • Caldaie da riscaldamento, che regolano il loro calore in funzione del fabbisogno termico e della temperatura esterna.
    I moderni sistemi a bassa temperatura, grazie ad un efficiente scambiatore di calore e un'eccellente coibentazione termica, contengono le perdite di energia entro valori minimi.
    L'effetto di questa tecnologia: l'energia viene utilizzata in maniera ottimale.

Solar Cooling

Sottovuoto

  • Sistema in cui è stato ricavato il vuoto attraverso l'eliminazione interna dell'aria.
    I pannelli solari sottovuoto sfruttano questa tecnologia per diminuire le dispersioni di calore.

SPF

  • Solartechnik Prüfung Forschung, Istituto svizzero di test specializzato nel solare.

Superficie lorda

  • Superficie totale di tutti i piani di un edificio calcolata con le dimensioni esterne dell'edificio, compresi strutture, divisori, corridoi, scale.

Superficie netta

  • Somma di tutte le aree fra i componenti costruttivi verticali (muri, divisori, …), cioè la superficie lorda meno l'area dei componenti strutturali.

Superficie usata

  • La frazione dell'area netta per l'uso specifico dell'edificio, cioè la superficie netta senza le aree di circolazione (corridoi, scale, ecc) e le aree funzionali (wc, magazzini, ecc.).

Superficie climatizzata

  • Superficie riscaldata o raffrescata.

Sviluppo Sostenibile

  • Lo sviluppo sostenibile è una forma di sviluppo (che comprende lo sviluppo economico, delle città, delle comunità eccetera) che non compromette la possibilità delle future generazioni di perdurare nello sviluppo preservando la qualità e la quantità del patrimonio e delle riserve naturali (che sono esauribili, mentre le risorse sono considerabili come inesauribili).
    L'obiettivo è di mantenere uno sviluppo economico compatibile con l'equità sociale e gli ecosistemi, operante quindi in regime di equilibrio ambientale.

Svuotamento

  • In inglese: “Drain-Back”, Tecnica utilizzata in sistemi a circolazione forzata per evitare i fenomeni di stagnazione e surriscaldamento: nei casi in cui non sussistano le condizioni per lo scambio termico, il fluido vettore viene scaricato dai pannelli in un serbatoio specifico.

T

Tecnologia LowNOx

  • Tecnica di bruciatore che riduce le emissioni di ossidi di azoto NOx (corresponsabili delle piogge acide).
    Grazie ad una consapevole evoluzione della tecnica dei bruciatori, anche queste emissioni di sostanze nocive vengono notevolmente ridotte.

Temperatura di Mandata

  • Temperatura dell'acqua di riscaldamento che affluisce ai corpi riscaldanti.
    Di regola, con radiatori, la temperatura ammonta a circa 70 gradi Celsius (con riscaldamento a pavimento ca. 40 gradi).
    Le temperature, però, sono così elevate solo in presenza di basse temperature esterne.
    Quando la temperatura esterna aumenta, le temperature di mandata si riducono.

Temperatura di Ritorno

  • Temperatura dell'acqua del riscaldamento che ritorna dai corpi riscaldanti o dal riscaldamento a pavimento.
    Di regola, ritornano basse temperature.
    Nei riscaldamenti a pavimento, la temperatura non è superiore a 30 gradi Celsius; nei riscaldamenti a radiatori, spesso, non supera i 50 gradi.

Temperatura di Rugiada

  • Qualora i gas di scarico vengano raffreddati al di sotto di una determinata soglia di temperatura, il vapore acqueo in essi contenuto si trasforma in acqua di condensa (calore di condensazione e acqua di condensa).

TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio)

  • È una unità di misura delle fonti di energia: 1 TEP equivale all'energia ottenuta dalla combustione di 1 tonnellata di petrolio, cioè 10.000.000 kCal.
    Si tratta di una unità di misura convenzionale che consente di esprimere in una unità di misura comune le varie fonti energetiche, tenendo conto del loro diverso potere calorifico.

Teleriscaldamento

Termodinamica

  • Parte della fisica che studia le trasformazioni di energia in lavoro e viceversa attraverso macchine termiche di ogni tipo.

Termotecnica

  • Scienza del calore e delle sue applicazioni.

Tetto Verde

Tetto Ventilato

Titanio

  • Elemento chimico della tavola periodica degli elementi.
    Materiale utilizzato per creare selettività sulle piastre captanti dei collettori solari.

Trasformatore di Potenza

  • Macchina statica che trasforma un sistema di tensione a corrente alternata in un altro sistema generalmente di differenti valori di tensione e corrente, alla stessa frequenza, allo scopo di trasmettere la potenza elettrica.

Trasmissione solare globale

  • La trasmissione diretta totale della radiazione solare incluse le radiazioni dirette e diffuse.

Tradizionale

  • Con questa definizione generalmente si indica l'architettura dallo stile architettonico tipico di una zona; ne sono un esempio i nuraghes sardi o i trulli pugliesi.
    Nel campo della bioedilizia si definiscono architetture tradizionali quelle costruite come nel passato, quando ancora non ci si preoccupava del loro possibile impatto ambientale (che comunque era modesto rispetto a oggi) ne del comfort di chi vi sarebbe andato ad abitarvi.

Trasmittanza Termica

  • È il flusso di calore che passa attraverso una parete per singolo m² di superficie della parete e per grado K di differenza tra la temperatura interna ad un locale e la temperatura esterna o del locale contiguo.

Trasparenza

  • Capacità di un corpo di lasciarsi attraversare dall'energia solare.
    Nei vetri utilizzati per i collettori solari è un dato molto importante.

Trigenerazione

U

Uwe Wienke

  • Autore tra le molte sue pubblicazioni, del "Dizionario dell'edilizia bioecologica", del "Manuale di Bioedilizia", di "Aria,Calore,Luce - Il comfort ambientale negli edifici" e di "Edifici passivi (Standard - Requisiti - Esempi)".
    Uwe Winkie è un architetto SIA nonchè un consulente in fisica ed ecologia delle costruzioni.

UNI

  • Ente Nazionale Italiano di Unificazione - è un'associazione privata senza scopo di lucro, i cui soci, oltre 7000, sono imprese, liberi professionisti, associazioni, istituti scientifici e scolastici, realtà della Pubblica Amministrazione.
    Svolge attività normativa in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico di competenza del CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano.

V

Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)

  • Complessa procedura volta a considerare gli effetti che potranno manifestarsi nell'ambiente in conseguenza di determinate iniziative di intervento e trasformazione del territorio.
    Ha per scopo la conoscenza dei potenziali effetti di una determinata opera sull'assetto ambientale, allo scopo di valutare e decidere la sua utilità con un bilancio danni/benefici.
    Tale procedura si applica sempre in relazione ad opere ed industrie di particolare rischio ecologico e solamente in alcuni casi in relazione ad opere ed industrie potenzialmente meno inquinanti, ma pur sempre pericolose considerando le loro dimensioni.
    E un procedimento di natura amministrativa consistente nella raccolta di determinate informazioni (che saranno poi consegnate alle autorità cui spetta il rilascio delle autorizzazioni alla costruzione); nelle informazioni alle popolazioni interessate; nella valutazione complessiva di ogni aspetto; infine, nella decisione circa l'opportunità o meno della realizzazione dell'opera.

Valvola Termostatica

  • È una valvola in grado di regolare l'afflusso del fluido termico ai corpi scaldanti al fine di ottenere e mantenere la temperatura desiderata.

Vapore Acqueo

  • Nella combustione, per effetto delle elevate temperature, dall'idrogeno e dall'ossigeno si produce in un primo tempo vapore acqueo.
    Per produrre il vapore acqueo viene apportata energia.
    Questa energia può venire nuovamente recuperata mediante la condensazione.

Vetri Basso Emissivi

Vetrificazione

  • Trattamento interno del serbatoio che permette di prevenire il rischio di fenomeni di corrosione.

Ventilazione

  • Insieme di dispositivi progettati per alimentare spazi interni con aria esterna e per estrarre l'aria interna inquinata.
    Il sistema può essere formato da componenti meccanici (per esempio, una combinazione di unità di trattamento aria, condotti, unità terminali), ma può anche riferirsi a sistemi di ventilazione naturale che sfruttano le differenze di pressione fra le aperture nell'involucro edilizio causate dagli effetti del vento e/o di turbolenza.
    Sia la ventilazione meccanica che quella naturale si possono collegare a finestre apribili.
    È anche possibile una combinazione di componenti meccanici e non meccanici (sistemi misti o ibridi).
    La velocità di ventilazione è la quantità di flusso di aria esterna verso un locale dell'edificio, o attraverso l'impianto di ventilazione o la filtrazione attraverso l'involucro edilizio, è data da l/s per persona or l/s per m².
    Il tasso di ricambio aria è il tasso di aria esterna diviso dal volume aria del locale o dell'edificio, 1/h (m³/h per m³).

Volt

  • Il volt è l'unità di misura derivata nel Sistema Internazionale del potenziale elettrico e della differenza di potenziale.
    Ha questo nome in onore di Alessandro Volta, che nel 1800 inventò la pila voltaica, la prima batteria chimica.
    Si dice che tra due punti A e B di una regione di spazio sede di un campo elettrico c'è una differenza di potenziale di 1 Volt se la forza elettrica compie il lavoro di 1 J per portare una carica di 1 C da A a B.

Volume edilizio lordo

  • Volume di un edificio misurato nelle dimensioni esterne.

Volume edilizio netto

  • Volume dello spazio di aria nell'edificio.

Volume edilizio climatizzato

  • Volume edilizio riscaldato o ad aria condizionata

W

Watt (W)

  • Unità di misura della potenza nel Sistema Internazionale.
    Un Watt equivale a 1 Joule al secondo o, in unità elettriche, a1 VoltAmpere (1 VA).
    Tale unità di misura è stata attribuita in onore di James Watt per il suo contributo nello sviluppo della macchina a vapore.

Watt picco (Wp)

  • Unità di misura di riferimento per i moduli solari fotovoltaici.
    È la potenza prodotta da un modulo in condizioni standard (Irraggiamento = 1000 W/mq; Temperatura Ambiente = 25°C; AM = 1,5).

Z

Zone Geopatiche

  • Sono aree di terreno soggette a perturbazioni, naturali od artificiali, geopatiche (ad esempio ricche di gas radon) che possono creare negli abitanti delle case costruitevi sopra patologie chiamate geopatie.

Zona Climatica

  • Suddivisione del territorio nazionale in funzione dei gradi-giorno (GG) delle località, indipendentemente dalla ubicazione geografica.
    Tali zone sono contraddistinte con la lettera A (comuni che presentano un numero di GG non superiori a 600) fino ad arrivare alla lettera F (comuni con numero di gradi-giorno maggiore di 3000).