FAQ - Domande Frequenti
Certificazione Energetica Liguria


Cos' è l'attestato di certificazione energetica?

Il certificato energetico contiene le informazioni tecniche relative al sistema edificio-impianto nella maniera più completa possibile e permette all'utente di comprendere le informazioni essenziali relative alla qualità energetica dell'edificio.
L'attestato è corredato da suggerimenti in merito agli interventi più significativi ed economicamente convenienti per il miglioramento della prestazione energetica.

Chi rilascia l'attestato di certificazione energetica?

L'attestato deve essere redatto da un professionista inserito nell'Elenco regionale della Liguria dei professionisti abilitati al rilascio della certificazione energetica.

Per quanto è valido un attestato di certificazione energetica?

L’attestato di certificazione energetica ha una validità massima di 10 anni a partire dal suo rilascio ed è aggiornato ad ogni intervento che modifica la prestazione dell’edificio o dell’impianto in termini di assorbimento di energia.

Quando serve l'attestato di Certificazione Energetica?

L’obbligo della certificazion è prevista in caso di:
  1. nuova costruzione (certificazione edificio intero):
    dal 21 giugno 2007 gli edifici di nuova costruzione deveno essere dotati di Attestato di Certificazione Energetica a cura del costruttore e redatto secondo quanto stabilito dal Regolamento 22 gennaio 2009, n. 1;
  2. ristrutturazione (certificazione edificio intero):
    dal 21 giugno 2007 gli edifici con superficie utile superiore a 1.000 metri m˛ oggetto di ristrutturazione edilizia integrale deveno essere dotati di Attestato di Certificazione Energetica a cura del costruttore e redatto secondo quanto stabilito dal Regolamento 22 gennaio 2009, n. 1;
  3. compravendita e locazione (anche singole unità immobiliari):
    1. dall'8 novembre 2008 l'obbligo di certificazione è per gli edifici con superficie utile superiore a 1.000 m² oggetto di compravendita o locazione.
      L'Attestato deve essere redatto secondo quanto stabilito dal Regolamento 22 gennaio 2009, n. 1;
    2. dall'8 novembre 2008 l'obbligo è esteso agli edifici interi fino a 1.000 m²;
    3. dall'8 maggio 2009 alle singole unità immobiliari;
  4. La certificazione per unità immobiliari facenti parte di uno stesso fabbricato, come per esempio gli appartamenti di un condominio, può fondarsi, oltre che sulla valutazione dell'unità immobiliare interessata:
    1. su una certificazione comune dell'intero edificio per i fabbricati dotati di un impianto termico centralizzato;
    2. sulla valutazione di un'altra unità immobiliare rappresentativa dello stesso fabbricato e della stessa tipologia.


Quali sono i casi esclusi dall’obbligo di predisporre l’attestato di certificazione energetica?

Sono escluse dall'applicazione del regolamento regionale n.1 del 22 gennaio 2009 le seguenti categorie di edifici e di impianti:
  1. gli immobili ricadenti nell'ambito della disciplina del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 recante il "Codice dei beni culturali e del paesaggio ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002 n. 137" limitatamente alla parte seconda e all’articolo 136, comma 1, lettere b) e c), nei casi in cui il rispetto delle prescrizioni del presente regolamento implicherebbe una alterazione inaccettabile del loro carattere o aspetto, con particolare riferimento ai caratteri storici o artistici;
  2. i fabbricati industriali, artigianali e agricoli non residenziali quando gli ambienti sono riscaldati per esigenze del processo produttivo o utilizzano reflui energetici del processo produttivo non altrimenti utilizzabili;
  3. i fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 metri quadrati;
  4. gli impianti installati ai fini del processo produttivo realizzato nell'edificio anche se utilizzati, in parte non preponderante, per gli usi tipici del settore civile.


Cosa vuol dire essere un certificatore energetico?

Il certificatore energetico è un soggetto abilitato ed iscritto all'albo dei certificatori energetici della Regione Liguria.

Quanto tempo ci vuole per fare la certificazione di un immobile?

L'attestato di certificazione energetica è un documento che va prodotto sulla base di calcoli, disegni e sopralluoghi, pertanto i tempi vanno da pochi giorni a settimane.

Qual' è la procedura per il rilascio della certificazione energetica?

La procedura per il rilascio o l’aggiornamento dell’attestato di certificazione energetica si articola nelle seguenti fasi:
  1. il proprietario, il progettista, il direttore dei lavori e l’amministratore del condominio richiedono la produzione dell’attestato di certificazione energetica dell’edificio in questione al professionista abilitato e iscritto all’elenco regionale dei professionisti di cui all’art. 30 della L.R. 22/2007;
  2. il professionista provvede al calcolo degli indici di prestazione energetica secondo la metodologia indicata nel presente regolamento;
  3. il professionista provvede alla compilazione ed al rilascio al richiedente dell’attestato di certificazione energetica ed a inviarne copia al Comune in cui è ubicato l’edificio;
  4. gli oneri per la suddetta attività di certificazione sono interamente a carico del richiedente.


Cos'è Ambiente Liguria?

È il sito della regione Liguria che si occupa della certificazione energetica degli edifici, contiene la banca dati che raccoglie l'elenco dei professionisti abilitati alla certificazione energetica e la banca dati relativa ai certificati enegetici predisposti mediante il software "Celeste" dai professionisti a cui solo loro possono accedere.
Per altre informazioni visitate il sito Ambiente Liguria

Qual'è la normativa di riferimento?

Per la normativa aggiornata si rimanda alla sezione normativa del sito, che contiene i documenti della commissione europea, delle leggi nazionali e delle leggi della Regione Liguria.